I principali santi festeggiati oggi
S. PIETRO CHANEL sac. mart.
Ss. Teodora e Didimo m.ri
S. Vitorino mart.
Ss. Vitale
Valerio ed Ursicino martiri

Un consiglio quotidiano dalla saggezza popolare
"Scirocco, oggi soffio, domani scroscio"
L'etimologia e il significato dei nomi
Valeria
Etimologia: Dal latino "Valerius", derivante da "valére", "valere, essere forte e sano", è un "cognomen" diffuso nell'antica Roma, ed indicante, originariamente, la "gens Valeria".
Carattere: Simpatica lavoratrice, buon economa, ogni tanto viene presa dallo sconforto ma basta una parola amica a farle ritrovare il sorriso. E' fedele, passionale e possessiva ma poco comprensiva a livello psicologico. Se il suo uomo sta male, lei con le sue fisime non sta meglio! Vuole sentirsi "padrona delle situazioni", per cui tronca quei rapporti in cui ciò non le è possibile. Non si fa coinvolgere da persone depresse.
Numero fortunato: 5

Carattere e personalità di chi è nato in questo giorno
Sei convincente, affascinante e intuitivo. Hai una naturale predisposizione per le arti, il disegno, la pittura e l'arredamento. Potresti, però, brillare anche nel campo matematico o nella meccanica. Sfruttando questi talenti non avrai difficoltà nel lavoro. Più complicata la vita affettiva: hai la tendenza infatti a godere fino in fondo di tutti i piaceri della vita e, non volendo mai rinunciare a nulla, potresti diventare la causa prima dei tuoi problemi. Se desideri la stabilità dovrai moderare le tue esigenze.
Curiosità e fatti storici accaduti in questo giorno
"Nel 1554 viene esposto al pubblico, sotto la loggia dei Lanzi a Firenze, la statua del Perseo di Benvenuto Cellini. L'opera, con cui l'artista fiorentino riscosse grandi onori, ma non altrettanti compensi."
Personaggi famosi di oggi e di ieri nati oggi
Saddam Hussein - 1937
Walter Zenga - 1960
Anna Oxa - 1961
Paola Barale - 1967

Invenzioni e scoperte effettuate in questo giorno
Trasporti
Record con brivido: finalmente un'automobile supera i 100 km all'ora. Succede il 29 aprile 1899 ad Achères in Francia, durante una gara al cardiopalma, in cui il corridore belga Camille Jenatzy, ha la meglio sul pilota francese de Chasseloup-Labat. Il belga guidava una vettura chiamata "Jamais Contente", davvero "mai contenta" della sua velocità, ottenuta con un motore elettrico rivelatosi più potente rispetto al più giovane motore a scoppio. Questo primato si deve anche all'originale linea a proiettile della macchina, che si avvale per la prima volta di criteri aerodinamici.